Casa in vendita a Supersano (LE) – Immobiliarecolazzo.it

Lecce, Supersano

Caratteristiche:

Codice Immobile:
30050
Classe Energetica
Non soggetto
Prezzo
Tratt. Ris.
Tipologia:
Immobili allo stato Rustico
Proposta:
Vendita
Attuamlente l'immobile:
Libero
Condizione:
In Costruzione
Zona:
Semicentro
Superficie Coperta:
140 m2
Superficie Terreno:
2000 m2

Descrizione Immobile

Casa in vendita a Supersano (LE) in località Schillanti.

Sulla Serra di Supersano, in località Schillanti, vendesi villetta di campagna allo stato rustico. La casa posizionata su di un terreno di circa 2.000 mq caratterizzato da alberi di ulivo e da alcune piante ornamentali è composta da soggiorno pranzo, cucinotto, due camere da letto e bagno.

 

Cenni su Supersano: fonte wikipedia

Nel Pliocene l’attuale penisola salentina non si era ancora formata e la Serra di Supersano era una lingua di terra rocciosa larga circa 2 km che emergeva dal mare in un arcipelago di isole, insieme alle odierne Serre di Ostuni, di Ruffano, di Specchia, di Tricase, di Montesardo e quelle di Racale e Ugento ad ovest. Nel Pliocene il mare Adriatico bagnava quindi la costa dell’attuale Serra di Supersano; tuttora infatti sono visibili segni di erosione marina sul costone della Serra a nord dell’abitato. Non si sa per certo quando è comparso l’uomo in questa zona, ma dopo il ritiro del mare, ai piedi della Serra si sono avuti episodi tettonici che hanno favorito il carsismo e quindi formato grotte che recano tracce di presenza umana. Numerosi sono i materiali rinvenuti che provano la presenza dell’uomo nella preistoria, che inizia con il Paleolitico e arriva fino all’Età dei metalli. All’Età del Bronzo sono riferibili i due menhir ancora esistenti.[9] Nell’Età Classica esistevano dei villaggi di capanne a pianta ovale. Si può parlare della presenza di alcuni insediamenti di Età Arcaica (dal VI al V secolo a.C.) dal momento che in località “Scorpo” sono stati rinvenuti i resti di una capanna o di una struttura abitativa molto semplice a pianta quadrangolare con intonaco e tracce di focolari. Un sito Ellenistico tardo antico, riferibile al IV e III secolo a.C., è localizzato nei pressi della Masseria “La Falconiera”. Fu trovato vasellame a vernice nera e frammenti di unguentari. Un altro insediamento rurale tra l’età Ellenistica ed il Tardo Imperiale è il sito di “Specchia-Torricella” nel quale sono emersi materiali a vernice nera (Età Ellenistica) e a pasta grigia (Età Tardo Repubblicana). Frammenti riferibili ad un piatto di ceramica Aretina sono databili all’età augustea (I secolo a.C.-I secolo d.C.)[10]
Al periodo storico della dominazione bizantina appartiene l’insediamento basiliano intorno alla cripta della Madonna di Coelimanna e i rinvenimenti archeologici nella palude di Sombrino, prosciugata nel 1858. Qui i resti della chiesa di Santa Maria di Sombrino e tombe medievali attestano la presenza dell’antico casale omonimo abitato sin dalla preistoria e abbandonato nel XVI secolo.

Servizi

  • Camino
  • Cisterna
  • Fognatura
  • Giardino

Mappa

Contatta Agente